Appalti In Linea - Tutte le risorse per gli Appalti Pubblici

APPALTI IN LINEA


Direttore di redazione:

Alessandro Boso

 
 

Calcola i prezzi delle migliori
polizze online con un click !!


Ministero dei Lavori Pubblici

UFFICIO STUDI E LEGISLAZIONE

PROTOCOLLO D�INTESA TRA MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI, REGIONI E PROVINCE AUTONOME, con l�adesione di ITACA.

 

    Vista la L.11 febbraio 1994, n.109 e successive modifiche ed integrazioni;

       Visto il D. Lgs. 31 marzo 1998, n. 112, recante conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed enti locali, in attuazione del capo I della L. 59/97 e in particolare l�art.6, secondo il quale �i compiti conoscitivi ed informativi concernenti le funzioni conferite a Regioni ed enti locali o ad organismi misti sono esercitati in modo da assicurare, anche tramite sistemi informativo - statistici automatizzati, la circolazione delle conoscenze e delle informazioni fra le amministrazioni, per consentirne, quando prevista, la fruizione su tutto il territorio nazionale�;

       Vista la L. 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni ed in  particolare gli artt. 11 e 15;

       Visto il D. Lgs. 30 luglio 1999, n. 300;

       Considerato che spettano al Ministero dei Lavori pubblici ed alle regioni, connesse alle competenze relative alle singole opere, le attivit� di regolazione e di indirizzo in materia di lavori pubblici, anche ai sensi dell�art. 117 della Costituzione;

       Ritenuta la necessit� di provvedere congiuntamente ai compiti conoscitivi  ed informativi, anche in relazione a specifiche richieste di chiarimenti a fini operativi da parte dei destinatari della normativa sui lavori pubblici, al fine di consentire agli stessi comportamenti legittimi ed  omogenei;

       Considerata l�opportunit� di costituire un punto di riferimento in ordine alle  problematiche generali e locali in vista delle interrelazioni con l�Unione europea;

       Visto il decreto 7 agosto 2000 del Ministro dei Lavori Pubblici, pubblicato sulla G. U. della Repubblica Italiana del 4 ottobre 2000, n. 232 che ha, tra l�altro, istituito l�Ufficio per il supporto all�attuazione della legge quadro sui lavori pubblici, con il compito di fornire assistenza e chiarimenti in ordine all�applicazione della L.109/94 e successive modificazioni, nonch� dei provvedimenti collegati;

       Visto lo statuto dell�Istituto per la Trasparenza l�Aggiornamento e la Certificazione degli Appalti (ITACA), associazione nazionale senza fini di lucro promossa  e fondata dalle Regioni e Province autonome per svolgere attivit� di monitoraggio, di informazione, di studio, ricerca e documentazione nel settore degli appalti pubblici, e che aderisce al presente atto quale strumento gi� operativo presso le regioni;

       Considerata l�esigenza di fornire tempestiva e puntuale risposta alle numerosissime richieste che provengono da regioni, enti locali, amministrazioni pubbliche, associazioni di categoria e privati in ordine alla interpretazione ed alle modalit� applicative della legge quadro sui lavori pubblici e ai provvedimenti ad essa collegati;

       Considerata la necessit� di approntare, nell�attuale fase di applicazione della complessa normativa vigente in materia, una soluzione organizzativa che configuri un unico riferimento operativo per le richieste di pareri e, ove necessario, di assistenza alle procedure di affidamento di lavori;

       Considerato altres� che quanto precede si realizzi attraverso procedure standardizzate e trasparenti e che consenta la sistematica accessibilit� delle informazioni mediante strumenti informatici dedicati, nell�ottica dell�ottimizzazione dell�utilizzo di risorse umane e strumentali finalizzate alla fruizione del servizio ed al contenimento dei costi;

       Considerata l�opportunit� di favorire la pi� ampia conoscenza di indirizzi e direttive dello Stato e delle regioni, nel rispetto delle specifiche competenze;

       Acquisita l�intesa della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome;

 

il Ministero dei Lavori Pubblici, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano con l�adesione dell�Istituto per la Trasparenza l�Aggiornamento e la Certificazione degli Appalti  (ITACA),

 

Convengono quanto segue:

IL presente protocollo, composto di cinque pagine ed un allegato, � sottoscritto in Roma il

 

Il MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI IL PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DELLE REGIONIE PROVINCE AUTONOME

Per adesione

IL PRESIDENTE DI ITACA