Appalti In Linea - Tutte le risorse per gli Appalti Pubblici

APPALTI IN LINEA


Direttore di redazione:

Alessandro Boso

 
 

Calcola i prezzi delle migliori
polizze online con un click !!


Ministero dei lavori pubblici - Decreto 21 giugno 2000

Modalità e schemi-tipo per la redazione del programma triennale, dei suoi aggiornamenti annuali e dell'elenco annuale dei lavori, ai sensi dell'articolo 14, comma 11, della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni

(G.U. n. 148 del 27 giugno 2000)

   

 IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI

Visto l'articolo 14, comma 11, della Legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive modificazioni, nel quale si dispone che per lo svolgimento di attività di realizzazione di lavori disciplinati dalla legge medesima:

- le Amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo;

- gli Enti pubblici, compresi quelli economici;

- gli Enti e le Amministrazioni locali, le loro associazioni e consorzi;

- gli organismi di diritto pubblico,

sono tenuti, preventivamente, a predisporre ed approvare, nell'esercizio delle loro autonome competenze e, quando esplicitamente previsto, di concerto con altri soggetti, un "programma triennale" ed i suoi aggiornamenti annuali unitamente all’"elenco dei lavori da realizzare nell'anno stesso";

considerato che il comma 11 del medesimo articolo impegna il Ministro dei lavori pubblici a definire, con proprio decreto, gli "schemi-tipo" sulla base dei quali i soggetti di cui all’art. 2 comma 2 lettera a) della legge sopra individuati, redigono ed adottano il programma triennale, i suoi aggiornamenti annuali e gli elenchi annuali dei lavori;

visto il titolo III capo I del Regolamento di esecuzione della legge-quadro in materia di lavori pubblici, emanato con d.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554;

visto il decreto legislativo 25 febbraio 1995, n. 77 recante "Ordinamento finanziario e contabile degli enti locali";

considerato che i suddetti "schemi-tipo" debbono conformarsi, (precisandole ove necessario), alle disposizioni procedurali ed ai criteri di redazione contenuti negli articoli 14 e 15 della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed integrazioni, nonché, agli artt. 11, 12, 13 e 14 del citato Regolamento;

considerato altresì che, ai sensi dell' art. 14 comma 11, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive modifiche ed integrazioni, i programmi triennali, gli aggiornamenti annuali e gli elenchi annuali dei lavori, dopo l'adozione, debbono essere trasmessi all'Osservatorio dei lavori pubblici;

Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, ed in particolare l’art. 4 la cui rubrica reca "studi di fattibilità delle amministrazioni pubbliche e progettazione preliminare delle amministrazioni regionali e locali";

sentiti i rappresentanti dell’ANCI, dell’UPI, dell’UNCEM e del CINSEDO appositamente convocati;

tutto quanto sopra premesso e considerato, in esecuzione dell’art. 14, comma 11, della Legge 11 febbraio 1994, n. 109 e successive modifiche ed integrazioni,

DECRETA

 

Il presente decreto è inviato alla Corte dei conti per la registrazione.

 

IL MINISTRO