Appalti In Linea - Tutte le risorse per gli Appalti Pubblici

APPALTI IN LINEA


Direttore di redazione:

Alessandro Boso

 
 

Calcola i prezzi delle migliori
polizze online con un click !!


MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

DECRETO 7 agosto 2000

Organizzazione dell'Ispettorato generale per i contratti.

 

Visto l'art. 4, comma 4, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

Visto l'art. 33 del decreto del Presidente della Repubblica 25 gennaio 2000, n. 34 nel quale e' previsto che l'Ispettorato generale per l'albo nazionale dei costruttori e per i contratti del Ministero dei lavori pubblici assuma la denominazione di Ispettorato generale per i contratti con il compito di provvedere, con l'attuale struttura organizzativa, all'esperimento delle gare e alla stipulazione dei contratti per l'appalto dei lavori, dei servizi e delle forniture e alla stipulazione degli atti di transazione di competenza della sede centrale del Ministero stesso;

Considerato che ai sensi del predetto art. 33, con decreto del Ministro dei lavori pubblici e' determinato il contingente di personale da assegnare all'Ispettorato per i contratti nell'ambito delle dotazioni organiche;

Considerato che al Ministero dei lavori pubblici pervengono numerosissime richieste da parte di regioni, enti locali, amministrazioni pubbliche, associazioni di categoria e privati cittadini in ordine all'interpretazione e alle modalita' applicative della legge quadro sui lavori pubblici 109/1994, del relativo regolamento generale, approvato con decreto del Presidente della Repubblica n. 534/2000 e del regolamento in materia di qualificazione di cui al richiamato decreto del Presidente della Repubblica n. 34/2000.

Considerata la necessita' di riordinare l'attuale struttura amministrativa del predetto Ispettorato valorizzandone le relative competenze anche in relazione alle pregresse esperienze, al fine di costituire un riferimento unitario per gli uffici centrali e periferici dell'amministrazione nelle procedure di appalto di lavori, servizi e forniture;

Ritenuto di dover approntare una soluzione organizzativa che, senza comportare ulteriori oneri per il Ministero dei lavori pubblici, configuri un riferimento operativo per le richieste di chiarimenti, secondo procedure prestabilite e trasparenti, tali, tra l'altro, da assicurare la pubblica conoscenza dei chiarimenti espressi dal Ministero stesso e che sia preposta a rendere sistematicamente accessibili sul sito Internet www.llpp.it i bandi di gara promossi dall'amministrazione centrale dei lavori pubblici e dalle sue articolazioni territoriali;

Sentite le organizzazioni sindacali;

Decreta:

 

Roma, 7 agosto 2000

Il Ministro: Nesi

 

Registrato alla Corte dei conti il 22 settembre 2000

Registro n. 2 Lavori pubblici, foglio n. 381