Appalti In Linea - Tutte le risorse per gli Appalti Pubblici

APPALTI IN LINEA


Direttore di redazione:

Alessandro Boso

 
 

Calcola i prezzi delle migliori
polizze online con un click !!


DIRETTIVA del 3 marzo 1999

Razionale sistemazione nel sottosuolo degli impianti tecnologici

(Gazzetta Ufficiale n. 58 in data 11 marzo 1999)

 

Il Ministro dei Lavori Pubblici - Delegato per le Aree Urbane

   

VISTA la legge 13 giugno 1991, ed in particolare l’art. 3, il quale prevede che con decreto del Presidente della Repubblica sono emanate norme regolamentari per l’esecuzione e l’attuazione del codice della strada;

VISTO il d.P.R. 16 settembre 1996, n. 610 recante modifiche al d.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495, "Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada", che all’art. 54 dispone la realizzazione di cunicoli e gallerie per la allocazione nel sottosuolo dei pubblici servizi in strutture adeguatamente dimensionate e concepite in modo tale da consentire manutenzione ordinaria e straordinaria senza la manomissione del corpo stradale e sue pertinenze;

CONSIDERATA l’esigenza di dare le necessarie indicazioni in materia ai Comuni con più di 30.000 abitanti;

CONSIDERATA l’opportunità, altresì, di dare le istruzioni anche nel caso di pubblici servizi sistemati nei marciapiedi, là dove tale allocazione non arrechi intralcio alla circolazione e disagio alla cittadinanza;

VISTO il d.p.c.m. 10 novembre 1998, concernente la delega di funzioni del presidente del Consiglio dei Ministri al Ministro dei Lavori Pubblici Dott. Enrico Micheli in materia di Arre Urbane;

VISTO il d.lgs 31 marzo 1998, n. 112, concernente le disposizioni di attuazione della legge 15 marzo 1997 n. 59, che all’art. 54, 1 comma, lettera b), mantiene allo Stato le funzioni attinenti all’indicazione dei criteri per la raccolta e l’informatizzazione di tutto il materiale cartografico ufficiale esistente e per quello in corso di elaborazione, al fine di unificare i diversi sistemi per una più agevole lettura dei dati;

VISTO l’art. 98 del citato f.lgs 31 marzo 1998, n. 112, che mantiene allo Stato le funzioni di definire disposizioni tecniche relative alle strade e loro pertinenze;

VISTO l’art. 8 della legge 15 marzo 1997, n. 59, primo comma;

CONSIDERATA l’urgenza di intervenire nel settore dei servizi tecnologici in armonia con la pressante necessità di una riqualificazione urbana in ciascuna area che abbia influenza sulla mobilità urbana e l’inquinamento;

CONSIDERATO altresì che nel caso di opere di urbanizzazione connesse all’imminente evento giubilare, venga considerata nel contesto medesimo l’eventuale sistemazione dei pubblici servizi in modo corrispondente alle prescrizioni del nuovo codice della strada;

SENTITO il parere del Comitato Tecnico Scientifico per lo sfruttamento razionale del sottosuolo, di cui al decreto 25 giugno 1995 del Sottosegretario pro-tempore alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, delegato per le Aree Urbane, nel cui Comitato sono state rappresentate le Amministrazioni Centrali, le imprese dei pubblici servizi, l’U.P.I., l’A.N.C.I. e le Federazioni delle imprese;

VISTA l’intesa espressa nella seduta del 13 novembre 1998 dalla Conferenza Unificata;

VISTO il parere del Ministero dell’Ambiente;

EMANA LA SEGUENTE  DIRETTIVA

 

 

IL MINISTRO