Appalti In Linea - Tutte le risorse per gli Appalti Pubblici

APPALTI IN LINEA


Direttore di redazione:

Alessandro Boso

 
 

Calcola i prezzi delle migliori
polizze online con un click !!


REGIONE VENETO DELIBERA REGIONALE DEL 22 DICEMBRE 2004 N. 4151

 

Legge Regionale 07.11.2003 n. 27. �Disposizioni generali in materia di lavori pubblici di interesse regionale e per le costruzioni in zone classificate sismiche�. Schemi di polizze tipo per le garanzie fidejussorie e le coperture assicurative previste agli articoli 30 e 35 comma 2.

(Pubblicata nel B.U.R. del 8 febbraio 2005 n. 13)

  • Art. 1 eliminare Delibera

    • - Sono approvati gli allegati schemi tipo di cui agli allegati n. 1, 2 e 3 alla presente delibera, per le garanzie fidejussorie e le coperture assicurative previste agli articoli 30 e 35 comma 2, della legge 7 novembre 2003, n. 27, � Disposizioni generali in materia di lavori pubblici di interesse regionale e per le costruzioni in zone classificate sismiche�.

    • - Di stabilire, in merito alla garanzia prevista all�articolo 35, comma 2, della L. r. 27/03, che laddove la differenza tra l�importo contrattuale dei lavori affidati e l�offerta economica del secondo classificato non superi i 100,00 �, la garanzia predetta possa essere sostituita da un equivalente deposito cauzionale presso la tesoreria della stazione appaltante. (segue Allegato)

  • Allegato 1- Polizza fideiussoria a garanzia di contratti di appalto

    • ai sensi dell�Art. 30 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27

    • Descrizione Dell�operazione Garantita: ����������������. .

    • Premesso

    • che in seguito a ��������������. . . . ��.

    • La Stazione Appaltante ��������������

    • comunicava all�impresa ����������������� l�avvenuta ����. (aggiudicazione/assegnazione con tutti gli estremi) dei lavori sopra descritti per l�importo di Euro xxxxxx,xx , che la suddetta Stazione Appaltante consente all�impresa sopraindicata di prestare la cauzione dovuta mediante polizza di assicurazione;

    • Ci� premesso

    • La Societ� Xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx autorizzata all�esercizio del ramo cauzione ed in regola con il disposto della Legge n. 348 del 10. 06. 1982, (in seguito denominata Garante ), con sede in xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx con la presente polizza si costituisce FIDEJUSSORE, nell�interesse dell�impresa (in seguito denominata Contraente), domiciliata in �������. . - la quale accetta per s�, per i propri successori ed aventi causa, dichiarandosi con questi solidalmente tenuta per le obbligazioni derivanti dal presente contratto - a favore della Stazione appaltante sopra indicata, fino alla concorrenza di Euro xxxxxxx,xx quale importo della cauzione dovuta, ai sensi dell�art. 30 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27 e, ove ne ricorrano i presupposti, ai sensi degli artt. 41, comma 4 e 42, comma 2, della stessa L. R. 27/03, dall�impresa obbligata a garanzia dell�adempimento degli oneri ed obblighi assunti in dipendenza del contratto di appalto relativo ai lavori di cui sopra e che forma parte integrante della presente polizza.

    • Condizioni generali di assicurazione

    • Art. 1 - Oggetto della garanzia

    • Alle condizioni generali e particolari contenute nella presente polizza, la Societ�, fino a concorrenza del capitale indicato, si costituisce fidejussore nell�interesse del Contraente medesimo per le somme che questi fosse tenuto a corrispondere al Beneficiario in virt� degli obblighi ed oneri assunti con il contratto di appalto precisato nel frontespizio di polizza.

    • La presente polizza � rilasciata ai sensi dell�Art. 30 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27. Pertanto, dalla presente garanzia si intendono esclusi gli eventuali maggiori costi che il Beneficiario dovesse sostenere all�avverarsi delle fattispecie disciplinate al comma 1 dell�Art. 35 della stessa legge.

    • Art. 2 - Durata della garanzia

    • L�efficacia della garanzia:

    • a. decorre dalla data di stipula del contratto di appalto;

    • b. cessa il giorno di emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione o comunque non oltre 12 mesi dalla data di ultimazione dei lavori risultante dal relativo certificato, allorch� � automaticamente svincolata, estinguendosi ad ogni effetto.

    • La liberazione anticipata della garanzia rispetto alle scadenze di cui al precedente punto b) pu� aver luogo solo con la consegna dell�originale della Scheda Tecnica o con comunicazione scritta della Stazione appaltante al Garante.

    • Art. 3 - Somma garantita

    • Il valore della somma garantita della presente fidejussione, � calcolato sulla base delle modalit� previste all�art. 30 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27 e, ove ne ricorrano i presupposti, degli artt. 41, comma 4 e 42, comma 2, della stessa L. R. 27/03.

    • La presente garanzia fideiussoria � progressivamente svincolata a misura dell�avanzamento dell�esecuzione, nel limite massimo del 75 per cento dell�iniziale importo garantito. Lo svincolo, nei termini e per le entit� anzidetti, � automatico, senza necessit� di benestare del committente, con la sola condizione della preventiva consegna all�istituto garante, da parte dell�appaltatore o del concessionario, degli stati d�avanzamento dei lavori o di analogo documento, in originale o in copia autentica, attestanti l�avvenuta esecuzione.

    • L�ammontare residuo, pari al 25 per cento dell�iniziale importo garantito, � svincolato secondo quanto previsto al precedente art. 2.

    • Art. 4 - Escussione della garanzia

    • Il Garante pagher� l�importo dovuto dal Contraente entro il termine di 15 giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta della Stazione appaltante, presentata in conformit� del successivo Art. 6 e motivata con la ricorrenza dei presupposti per l�escussione della garanzia, inviata per conoscenza anche al Contraente.

    • Il Garante non godr� del beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all�Art. 1944 cod. civ.

    • Restano salve le azioni di legge nel caso che le somme pagate dalla Garante risultassero parzialmente o totalmente non dovute.

    • Art. 5 � Surrogazione

    • Il Garante, nei limiti delle somme pagate, � surrogato alla Stazione appaltante in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo.

    • La Stazione appaltante faciliter� le azioni di recupero fornendo al Garante tutti gli elementi utili in suo possesso.

    • Art. 6 - Forma delle comunicazioni

    • Tutte le comunicazioni e notifiche al Garante dipendenti dalla presente garanzia, per essere valide, devono essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata indirizzata alla sede del Garante.

    • Art. 7 � Premio

    • Il premio dovuto dal Contraente all�atto della stipulazione della garanzia e quello dovuto per eventuali proroghe concordate, sono riportati nella tabella di liquidazione del premio.

    • Il mancato pagamento del premio non pu� essere opposto alla Stazione appaltante.

    • Le somme pagate a titolo di premio rimangono comunque acquisite dal Garante indipendentemente dal fatto che la garanzia cessi prima della data prevista all�Art. 2.

    • Art. 8 - Foro competente

    • In caso di controversia fra il Garante e la Stazione appaltante, il foro competente � quello determinato ai sensi dell�Art. 25 cod. proc. civ. .

    • Art. 9 - Rinvio alle norme di legge

    • Per tutto quanto non diversamente regolato, valgono le norme di legge.

  • Allegato 2 - Polizza fidejussoria a garanzia degli obblighi per la partecipazione a gare di appalto

    • ai sensi Art. 30 comma 2 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27.

    • Descrizione dell�Operazione garantita: ������������������������.

    • Ci� premesso

    • La Societ� xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx autorizzata all�esercizio del ramo cauzione ed in regola con il disposto della Legge N. 348 del 10. 06. 1982 con sede in xxxxxxxxxxxxxxx Codice Fiscale e Partita IVA (in seguito denominata Societ�), con la presente polizza presta FIDEIUSSIONE, alle Condizioni generali e particolari che seguono, nell�interesse dell�impresa ��������(in seguito denominato Contraente), domiciliato in ���������. - il quale accetta per s�, per i propri successori ed aventi causa, dichiarandosi con questi solidalmente tenuto per le obbligazioni derivanti dal presente contratto - a favore della Stazione Appaltante �����������������. fino alla concorrenza di Euro xxxxxxxxxxxxxx,xx quale importo della cauzione dovuta dal Contraente a garanzia dell�adempimento degli oneri ed obblighi derivanti dalla sua partecipazione alla gara di appalto indetta dalla Stazione Appaltante per il giorno �. /�. /�� per l�aggiudicazione dell�appalto dei lavori sopra descritti.

    • Condizioni generali di assicurazione

    • Art. 1 - Oggetto della garanzia ed impegno del Garante

    • Il Garante si impegna nei confronti della Stazione appaltante, nei limiti della somma garantita, al pagamento delle somme dovute dal Contraente per il mancato adempimento degli obblighi ed oneri inerenti alla partecipazione alla gara di cui alle premesse.

    • Inoltre il Garante si impegna nei confronti del Contraente a rilasciare la garanzia fidejussoria per la cauzione definitiva prevista dall�Art. 30, comma 2, della L. R. del 7 novembre 2003, n. 27, per l�importo previsto da quest�ultima norma, aumentato, qualora ne ricorrano i presupposti, degli importi previsti dagli artt. 41, comma 4 e 42, comma 2, della stessa L. R. 27/03.

    • Il rilascio della presente garanzia, non costituisce, invece, alcun impegno da parte del Garante, alla presentazione della garanzia prevista al comma 2 dell�Art. 35 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27.

    • Art. 2 - Durata della garanzia

    • L�efficacia della presente garanzia:

    • a) decorre dalla data di presentazione dell�offerta;

    • b) ha validit� di almeno 180 giorni a partire dalla data su indicata;

    • c) cessa automaticamente qualora il Contraente non risulti aggiudicatario della gara o secondo aggiudicatario della gara, estinguendosi comunque ad ogni effetto trascorsi 30 giorni dall�aggiudicazione della gara ad altra Impresa;

    • d) cessa automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto d�appalto da parte del Contraente aggiudicatario della gara.

    • La liberazione anticipata della garanzia rispetto alle scadenze di cui ai precedenti punti b), c), d) pu� aver luogo solo con la consegna, da parte del Beneficiario, dell�originale della presente polizza o di apposita comunicazione scritta.

    • Art. 3 - Somma garantita

    • La somma garantita dalla presente fidejussione � pari al 2% dell�importo dei lavori da eseguire.

    • Qualora ne ricorrano le condizioni, la somma garantita indicata al primo comma viene ridotta delle percentuali previste al comma 5 dell�Art. 30 della L. R. del 7 novembre 2003, n 27.

    • Art. 4 - Escussione della garanzia

    • Il Garante pagher� l�importo dovuto dal Contraente entro il termine di 15 giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta della Stazione appaltante inviata per conoscenza anche al Contraente, presentata in conformit� del successivo Art. 6 e motivata con la ricorrenza dei presupposti per l�escussione della garanzia.

    • Il Garante non godr� del beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all�Art. 1944 cod. civ. .

    • Restano salve le azioni di legge nel caso che le somme pagate dal Garante risultassero parzialmente o totalmente non dovute.

    • Art. 5 - Surrogazione

    • Il Garante, nei limiti delle somme pagate, � surrogato alla Stazione appaltante in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo.

    • La Stazione appaltante faciliter� le azioni di recupero fornendo al Garante tutti gli elementi utili in suo possesso.

    • Art. 6 - Forma delle comunicazioni

    • Tutte le comunicazioni e notifiche al Garante dipendenti dalla presente garanzia, per essere valide, devono essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata indirizzata alla sede del Garante.

    • Art. 7 - Premio

    • Il premio dovuto dal Contraente all�atto della stipulazione della presente garanzia � riportato nella tabella di Liquidazione del premio.

    • Il mancato pagamento del premio non pu� essere opposto alla Stazione appaltante.

    • Le somme pagate a titolo di premio rimangono comunque acquisite dal Garante indipendentemente dal fatto che la garanzia cessi prima della data prevista all�Art. 2. delle condizioni di assicurazione.

    • Art. 8 - Foro competente

    • In caso di controversia fra il Garante e la Stazione appaltante, il foro competente � quello determinato ai sensi dell�Art. 25 cod. proc. civ. .

    • Art. 9 - Rinvio alle norme di legge

    • Per tutto quanto non diversamente regolato, valgono le norme di legge.

    • il Contraente

    • il Garante

  • Allegato 3 - Polizza fideiussoria a garanzia di contratti di appalto

    • ai sensi dell�Art. 35 comma 2 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27

    • �ulteriore garanzia contrattuale�

    • Premesso

    • - che in seguito a ��������������

    • la Stazione Appaltante ������������

    • comunicava all�impresa �����������������. . l�avvenuta ����. (aggiudicazione/assegnazione con tutti gli estremi) per l�importo di Euro xxxxxx,xx , con un ribasso pari al �. . %, dei seguenti lavori: ��������������������. . ;

    • - che il secondo classificato ha presentato la propria offerta con un ribasso pari al ��% che corrisponderebbe ad un importo dei lavori di Euro xxxxxx,xx;

    • - che l�impresa aggiudicataria � obbligata, ai sensi dell�Art. 35 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27, all�atto della sottoscrizione del contratto, a costituire una garanzia fideiussoria il cui importo � pari alla differenza tra l�importo contrattuale dei lavori affidati e l�offerta economica proposta in sede di gara dal secondo classificato;

    • - che la suddetta Stazione Appaltante consente all�impresa sopraindicata di prestare la cauzione dovuta mediante polizza di assicurazione, per un importo di Euro ������ pari alla differenza tra l�offerta economica del secondo classificato e l�importo contrattuale dei lavori affidati all�originario appaltatore;

    • Ci� premesso

    • la Societ� Xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx autorizzata all�esercizio del ramo cauzione ed in regola con il disposto della Legge n. 348 del 10. 06. 1982, (in seguito denominata Garante ), con sede in xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx con la presente polizza si costituisce FIDEJUSSORE, nell�interesse dell�impresa (in seguito denominata Contraente), domiciliata in �������. . - la quale accetta per s�, per i propri successori ed aventi causa, dichiarandosi con questi solidalmente tenuta per le obbligazioni derivanti dal presente contratto - a favore della Stazione appaltante sopra indicata, fino alla concorrenza di Euro xxxxxxx,xx quale importo della cauzione dovuta dall�impresa obbligata a garanzia degli oneri ed obblighi derivanti dall�avveramento delle cause interruttive del contratto di cui al comma 1 dell�Art. 35 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27.

    • Art. 1 - Oggetto della garanzia

    • Alle condizioni generali e particolari contenute nella presente polizza, la Societ�, fino a concorrenza del capitale indicato, si costituisce fidejussore nell�interesse del Contraente medesimo per le somme che questi fosse tenuto a corrispondere al Beneficiario in virt� degli obblighi ed oneri derivanti dall�avveramento delle cause interruttive del contratto di cui al comma 1 dell�Art. 35 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27.

    • Art. 2 - Durata della garanzia

    • L�efficacia della garanzia:

    • a) decorre dalla data di stipula del contratto di appalto;

    • b) cessa il giorno di emissione del certificato di collaudo provvisorio o del certificato di regolare esecuzione, allorch� � automaticamente svincolata, estinguendosi ad ogni effetto ai sensi dell�Art. 35 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27.

    • La liberazione anticipata della garanzia rispetto alle scadenze di cui al precedente punto b) pu� aver luogo solo con la consegna dell�originale della Scheda Tecnica o con comunicazione scritta della Stazione appaltante al Garante.

    • Art. 3 - Somma garantita

    • Il valore della somma garantita della presente fidejussione, � calcolato sulla base delle modalit� previste all�art. 35 comma 1 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27.

    • Art. 4 - Escussione della garanzia

    • Il Garante pagher� l�importo dovuto dal Contraente entro il termine di 15 giorni dal ricevimento della semplice richiesta scritta della Stazione appaltante, inviata anche al Contraente, presentata in conformit� del successivo Art. 6 e motivata, ai sensi dell�Art. 35 comma 2 della L. R. VENETO del 7 novembre 2003, N. 27, con la ricorrenza dei presupposti per l�escussione della garanzia e solamente nel caso in cui venga stipulato il nuovo contratto per il completamento dei lavori con il concorrente secondo classificato.

    • Il Garante non godr� del beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all�Art. 1944 cod. civ. .

    • Restano salve le azioni di legge nel caso che le somme pagate dalla Garante risultassero parzialmente o totalmente non dovute.

    • Art. 5 � Surrogazione

    • Il Garante, nei limiti delle somme pagate, � surrogato alla Stazione appaltante in tutti i diritti, ragioni ed azioni verso il Contraente, i suoi successori ed aventi causa a qualsiasi titolo.

    • La Stazione appaltante faciliter� le azioni di recupero fornendo al Garante tutti gli elementi utili in suo possesso.

    • Art. 6 - Forma delle comunicazioni

    • Tutte le comunicazioni e notifiche al Garante dipendenti dalla presente garanzia, per essere valide, devono essere fatte esclusivamente con lettera raccomandata indirizzata alla sede del Garante.

    • Art. 7 � Premio

    • Il premio dovuto dal Contraente all�atto della stipulazione della garanzia e quello dovuto per eventuali proroghe concordate, sono riportati nella tabella di liquidazione del premio.

    • Il mancato pagamento del premio non pu� essere opposto alla Stazione appaltante.

    • Le somme pagate a titolo di premio rimangono comunque acquisite dal Garante indipendentemente dal fatto che la garanzia cessi prima della data prevista all�Art. 2.

    • Art. 8 - Foro competente

    • In caso di controversia fra il Garante e la Stazione appaltante, il foro competente � quello determinato ai sensi dell�Art. 25 cod. proc. civ. .

    • Art. 9 - Rinvio alle norme di legge

    • Per tutto quanto non diversamente regolato, valgono le norme di legge.